L’ associazione culturale Miniera di Salvatore Iodice e Fabio De Rienzo si presenta al pubblico spiegandone le finalità e il modus operandi.

L’impegno principale di Miniera è stato sin dai suoi inizi quello di aprire le porte del laboratorio di Salvatore ai ragazzini che vivono problematiche familiari. Lì vengono accolti e gli si fa osservare in che modo si creano le opere d’arte fatte di materiale riciclato, insegnando loro in che modo si possa ottenere un’opera d’arte finita e vendibile a costo zero.

Per attirare i giovani, il collettivo Miniera si è posto un obbiettivo che è quello di combattere il fenomeno delle strade sporche, e lo fa utilizzando gli ingombranti lasciati per strada per crearne cestini per le carte e panchine per gli anziani.

Oltre a quello del territorio esiste, però, un altro tipo di inquinamento e ad esso corrisponde un diverso metodo di riciclo: l’inquinamento culturale ed il riciclo dei valori. Salvatore e Fabio hanno pensato attraverso le loro opere visive, le poesie, gli scritti, i documentari ed i progetti fotografici di difendere e riproporre quegli aspetti della cultura napoletana dimenticati o in via di estinzione ed è sulla base di ciò che è nato il Premio Miniera per la napoletanità.

Tale evento si svolgerà nella splendida cornice del Gran Caffè Gambrinus, che conserva al suo interno interno stucchi, statue e quadri della fine dell’Ottocento realizzate da artisti napoletani. Era esso, all’epoca della sua fondazione, un ritrovo per ogni ceto della popolazione, per cui rappresenta un luogo di coesione e napoletanità.


Durante la manifestazione  saranno consegnati dei piccoli riconoscimenti a persone, enti e realtà locali che si sono contraddistinte per l’impegno sociale, artistico e culturale a favore della cultura partenopea.
Quattro interventi musicali allieteranno l’evento.

Il Premio Miniera sarà introdotto dal Professore Pino Ferraro e sarà condotto da Rosa Mancini, Fondatrice e Presidente dell’associazione culturale Poesie Metropolitane.

I premiati saranno:

  • Il comitato Rinascita di Forcella per l’impegno sul territorio
  • Gennaro Giunchini per l’artigianato
  • l’associazione Mastro Masiello mandolino e la bottega del Mandolino per la difesa della tradizione del liutaio, del mandolino e della posteggia.
  • Marco Filippi per la satira politica in difesa del Sud e di Napoli
  • la squadra di calcio Montecalvario per lo sport come collettività e coesione per i giovani
  • Enzo Mautone per la riproposizione della musica di Pino Daniele
  • Lucilla Parlato in rappresentanza di Identità Insorgenti, d cui ne è direttore, per la divulgazione della cultura di tutto il Sud del Mondo
  • Massimo Preziosi per lo sport come riscatto sociale e valorizzazione del territorio
  • Mariano Lieto come voce nuova napoletana della musica
  • Escvpe, come giovane realtà dell’informazione su Napoli e delle subculture urbane
  • I Foja per la napoletanità attraverso la musica
  • Ass. Culturale VivaNapoli Onlus – I Visionari per la riqualifica del territorio attraverso l’arte.
  • Le EbbaneSis per la modernizzazione della classicità napoletana attraverso la musica

Si ringrazia:

Cardone Tappeti

Cammarota Spritz

Trattoria da Ninnone

MondoServizi

Divise Divise

Ristorante Lo Spacco

Bar La Ramblas

Di Redazione

Salvatore Iodice, fondatore di Miniera, artigiano ed artista, che da tempo porta avanti laboratori ricreativi ed artistici con bambini in difficolta familiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *